Se fotografi uno sconosciuto, nell’istante stesso in cui fai scattare l’otturatore, quella persona smette di esserti estranea perché la porterai sempre con te.

(Giuseppe Tornatore)

Fotografare un essere umano significa instaurare con esso un legame emotivo intenso, e per farlo è necessario entrare in empatia, in contatto profondo e intimo con una persona o più persone. I ritratti fotografici trasmettono allo stesso tempo informazioni ed emozioni: si ha la sensazione di poter conoscere un individuo e soprattutto conoscerne la sua intimità solo attraverso l’osservazione di una sua foto.

Ritrarre non è soltanto impugnare la macchina e scattare. Ritrarre è simbiosi.